Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for maggio 2011

Dovrebbe esistere da qualche parte un posto dove poter rivivere certi momenti all’infinito.
Dove nelle mail riesco a scrivere quello che vorrei scrivere.

Un posto dove riuscire a farti capire che non voglio cambiarti e non voglio che tu sia quello che non sei, che tu faccia gesti che non ti appartengono.
Un posto dove tu possa capire che per ogni compleanno passato da sola, ogni sorpresa mancata, ogni parola non detta, ogni fiducia persa e ogni speranza disillusa deve esistere un gesto che mi ridia un po’ di magia, un sorriso come quelli a piazza Maggiore di notte, un po’ di luce negli occhi. Un gesto da mettere in un angolo e ritirare fuori in momenti come questo.

In quel luogo che non esiste io sarei un’altra persona e riuscirei a farti vedere quanto è bello essere un po’ pazzi, rischiare, regalare quello che non si ha.

E sarei riuscita a parlarti di meno e raccontarti di più, e avrei saputo ciò che era giusto dire e ciò che non lo era.
E tu sapresti cosa fare per ritrovarmi….
Ma io sono in quel posto che non c’è.

Read Full Post »

We just rock out.

Forse la prerogativa di quel posto che chiamiamo a tutti i costi “casa” è quella di non sembrare mai diverso; non importa se per un anno o dieci te ne vai in giro a esplorare il mondo, quando torni l’impressione è di non essere mai partito.
E allora si ricomincia. Le mattine con sveglia ideale alle 9 – sveglia reale alle 10.30, faccende in casa, giri, pranzo, “devo studiare!!” – “si anche io… facciamo merenda?”, Dante e Saba (ebbene si, un anno dopo, ancora a preparare lo stesso esame… ), “andiamo a correre?”, ritrovarsi in taverna a fare gli esercizi “per rassodare” (“questa è la posizione del cane, me l’ha insegnata il mio allenatore..” – “???”). Arrivare alle 18 già distrutta, doccia ultraveloce, arrivare in ritardo in castello – ma ovviamente l’unico puntuale è Edo… pizza, tavoli e comande e comande e tavoli, sorbetto di mezzanotte, “ohhh sono arrivati altri 15, riaprite tutto!”…finalmente puntare la sveglia e leggere “l’allarme sarà attivato fra 5 ore” ……

DIeci anni dopo (quando fa sentire vecchia iniziare una frase in questo modo? parliamone..), siamo sempre le stesse, con gli stessi sogni e dei progetti un po’ più definiti….. e il cuore dappertutto ma che non si sa dove sia.

Read Full Post »